animazione missionaria nazionale

Animazione Missionaria Nazionale

In questa pagina è possibile visualizzare le risorse a disposizione per l’Animazione Missionaria a livello nazionale. Si riportano anche i tratti peculiari come indicato dal sito SDB.org.

  1. Il carisma salesiano: carità pastorale in espansione missionaria

Sviluppo a ondate della vocazione di don Bosco: dallo slancio iniziale verso le anime giovanili a quello della gente del popolo (raggiunte da don Bosco con il ministero sacerdotale e con le letture cattoliche) e infine all’orizzonte missionario

Scopo di questa santa passione di don Bosco: la gloria di Dio e l`amore per la Chiesa

  1. Tratti delle missioni salesiane con don Bosco

La missione salesiana in origine è un mandato divino (in continuità con il mandato di Gesù, in sintonia con il Papa a cui sempre i missionari salesiani chiesero benedizione)

Il primo obiettivo della missione è l`evangelizzazione dei poveri secondo obiettivo della missione: costruire la Chiesa (?mettiamo il nostro sassolino nel grande edificio della Chiesa? affermava don Bosco nel progettare la prima spedizione missionaria)

  1. Contesto ecclesiale della visuale missionaria di Don Bosco

Ecclesiologia del tempo: proiettava tutto nella Chiesa universale

Antropologia ed etnologia: piuttosto semplicistiche, mancando allora profondità culturale

La preoccupazione centrale: la salvezza delle anime

Entusiasmo per le missioni e rilancio vocazionale missionario nell`Italia e nel Piemonte del 1870: alimentato dalla presenza di tanti vescovi missionari, richiamati dal Conc. Vaticano I

  1. Caratteristiche tipicamente salesiane

Evangelizzazione, educazione e promozione umana e preferenza per il mondo giovanile sono le strategie che consentono ai missionari salesiani di assumere i valori, le speranze e le difficoltà dei popoli con cui vengono a contatto

Dimensione comunitaria della vocazione missionaria: si parte in gruppo (autentiche spedizioni di più persone appunto), si vive in comunità, si creano nuove comunità, si educa e si evangelizza come comunità.

L’azione del singolo è riportata alla comunità

Coraggio e creatività giovanile: i primi missionari sono dei giovani, entusiasti con d. Bosco. Dove è possibile, la formazione per tanti giovani missionari avviene nei territori di missione.

Oratorio e Centro di formazione professionale sono le istituzioni vincenti nel raggiungere il mondo giovanile in ogni paese del mondo

Coinvolgimento di tutti i gruppi della Famiglia Salesiana (già a partire da don Bosco lettere circolari alle Case e ai Cooperatori, il Bollettino Salesiano, la testimonianza dei missionari sono mezzi favorevoli per informare, animare e alimentare cooperazione e volontariato)

  1. Prassi missionaria salesiana

Prima evangelizzazione – In America Latina, Asia ed Africa la storia delle missioni salesiane è storia di prima evangelizzazione. La fondazione di Chiese prosegue con numerosi Vicariati missionari e Diocesi missionarie affidate ai figli di don Bosco.

Inculturazione missionaria – Gradualmente è sempre stato in atto, favorendo ovunque l`incarnazione del Vangelo e del carisma salesiano. In tutti i continenti sono numerosi gli esempi di missionari molto incarnati nel percorso religioso e culturale dell`ambiente con la loro prassi missionaria e la ricerca e produzione scientifica.

Pedagogia e spiritualità salesiana – Lo stile missionario salesiano è caratterizzato dall`amabilità, la disponibilità, la gioia, la creatività, il coraggio ed il lavoro oltre ogni limite spinti dalla passione educativa e dalla salvezza delle anime. Per tanti figli di Don Bosco il coraggio e la fedeltà li ha resi capaci di dare la vita col martirio. Per tutti la meta del lavoro educativo missionario è la santità. Vocazioni locali ? I Salesiani vanno in missione per rimanerci. L`azione pastorale si traduce in impegno per la promozione delle vocazioni locali. Oggi i due terzi dei novizi provengono dall`emisfero sud, da giovani Chiese e da giovani Ispettorie.

La presenza di Maria – E` elemento essenziale. Nell`agire missionario è espresso nella diffusione popolare della devozione a Maria Ausiliatrice, nella celebrazione adeguata delle principali festività mariane, nella pubblicazione di libretti e immagini, nella costruzione di Santuari mariani. Cooperazione missionaria e sostegno economico ? Impegno della Direzione Generale, le Procure missionarie, le Ispettorie madri, le iniziative dei singoli missionari continuano ad alimentare una storia salesiana di generosità e di animazione missionaria.

Cooperazione missionaria e volontariato laico missionario – E` realtà in costante crescita in tutti i continenti delle missioni salesiane. Ampio spazio si da al volontariato a lunga durata. Negli ultimi anni accanto ai religiosi ricevono il crocifisso di missionari volontari laici, che partono in missione sovente con tutta la famiglia.

Riferimento Nazionale:

don Guido ERRICO, SDB
via Marsala, 42 – 00185 Roma
errgui@yahoo.it – 338.3587296
ufficio: 06.4450257 – 06.516291
Skype: errgui

Accedi al sito VIS